Il riassunto della trama di questo episodio potrebbe essere troppo lungo o eccessivamente dettagliato. Si prega di contribuire a migliorare rimuovendo i dettagli inutili e rendendolo più conciso. (Gennaio 2019) (Scopri come e quando rimuovere questo messaggio modello)

La marcia dopo il mio incubo Roanoke in onda, è proiettato al PaleyFest, dove il cast e la troupe sono stati intervistati da Trixie Mattel e Edward Hansen. Durante l’intervista, Sidney prende in giro la possibilità di una seconda stagione. Durante il Q& A i fan rabbiosi professano il loro amore ai vari membri del cast, e i rievocatori competono per l’attenzione del pubblico. Un fan britannico ama Lee e chiede se lei può darle una foto che ha disegnato, che Lee accetta a malincuore. Qualche tempo dopo, lo stesso fan fa un video di YouTube, rivolgendosi direttamente a Lee, chiedendole perché sentiva il bisogno di tornare per il follow-up al mio incubo Roanoke. Continua a criticare la natura derivata del follow-up, dicendo che si sentiva artificiosa e avrebbe solo offuscato l’eredità dell’originale. In un altro video, il vero Lot Polk si filma promettendo vendetta su Lee per aver portato via i suoi due figli e ucciso i suoi familiari.

Una serie televisiva chiamata Crack’d documenta la vita di Lee, la sua famiglia, la sua dipendenza dalle pillole, la sua battaglia per la custodia, il suo rapimento di sua figlia, il suo omicidio del suo ex marito, Mason, e la sua apparizione su My Roanoke Nightmare. Durante un ” intervista on-camera, il procuratore distrettuale sostiene di aver sempre saputo Lee era colpevole e che il filmato degli omicidi da Return to Roanoke: Three Days in Hell dimostrarlo. Lee va sotto processo per gli omicidi, ma il suo avvocato usa con successo l’orrore e il trauma psicologico che Lee ha affrontato per mano dei Polks come strategia di difesa. Non soddisfatto, il procuratore distrettuale la perseguirà per l’omicidio di Mason e, in un’altra intervista, esaminerà le sue prove della colpevolezza di Lee. Durante il processo, la figlia di Lee Flora testimonia contro sua madre, dicendo che ha assistito Lee uccidere suo padre nel bosco. Durante il suo controinterrogatorio, l ” avvocato di Lee domande perché Flora è andato nel bosco da solo, in primo luogo. Flora dice che è andata là fuori perché si sentiva al sicuro con Priscilla, e questo è usato dall’avvocato per mettere in dubbio la sua storia. I dettagli della serie che la giuria ha trovato Lee non colpevole dell’omicidio di Mason. Il procuratore distrettuale esprime frustrazione per il verdetto. Dopo il processo, Lee cerca di parlare con Flora ma viene respinto. Questo porta il procuratore distrettuale a ipotizzare che Lee abbia perso molto nonostante sia libero.

In un’altra serie TV, Lo speciale di Lana Winters, la famosa reporter Lana Winters descrive la vita di Lee dopo la sua assoluzione: Lee ha scritto un libro più venduto sul suo calvario straziante e Lana è uscito dalla pensione per intervistarla. Lee è scettico delle intenzioni di Lana, ma afferma che Flora dà la sua speranza, e che la speranza la ottiene attraverso, ma ammette quando interrogato che lei non vede molto di Flora. Lana dice Lee non può essere molto sorpreso da questo e Lee comincia ad arrabbiarsi e sulla difensiva. Lana chiede a Lee perché, nonostante le offerte di molte importanti testate giornalistiche, Lee la scelse, e Lee risponde che pensava che Lana sarebbe stata più comprensiva data la sua storia con atrocità. Lana setole e dice che doveva fare quello che ha fatto per sopravvivere e che Lee ha fatto solo quello che ha fatto in modo che potesse essere con la figlia. Lana invita Lee a parlare con Flora direttamente e Lee fa, dicendo che spera un giorno Flora può capire e perdonarla per quello che ha fatto. Lana chiede a bruciapelo dove si trovi Flora, informando un Lee scioccato che Flora è scomparsa quel giorno, accusando Lee di averla presa. Come Lee panico, ci sono suoni di colpi di fucile d’assalto nel corridoio. Lot Polk irrompe nella stanza e li minaccia, battendo Lana con il calcio del suo fucile mentre tenta di convincerlo a rinunciare alla pistola. Proprio mentre sta per sparare a Lee, viene colpito a morte dalla polizia che è appena arrivata sulla scena.

In un altro show televisivo, chiamato Spirit Chasers, un gruppo di investigatori paranormali sconfina nella casa di Roanoke durante la luna di sangue, sperando di catturare i fantasmi segnalati della casa su pellicola. Mentre la casa viene allestita per le riprese, l’ospite spiega parte della sua storia infestata. La serie recluta il ri-enactor che ha giocato a Cricket Marlowe, Ashley Gilbert. Al calar della notte, i partecipanti iniziano a sperimentare vari eventi paranormali che li innervosiscono. Vengono interrotti da Lee, alla ricerca di sua figlia che ora è scomparsa da due settimane. I Cacciatori di Spiriti si offrono di aiutare, ma lei consiglia loro di fuggire dalla casa mentre possono. Le telecamere termiche raccolgono i fantasmi della famiglia Chen e la voce di Priscilla viene registrata. Lee consiglia loro ancora una volta di andarsene, e va alla ricerca di Priscilla. I cacciatori ignorano il consiglio di Lee e cercano di seguirla, ma vengono attaccati da Piggy Man (che uccide Ashley), la creatura skittering e vari spiriti all’interno della casa. Il resto degli Inseguitori di Spiriti tenta di fuggire, vedendo le auto della polizia fuori, ma sia loro che la polizia vengono uccisi da Thomasin e dalla sua folla. All’interno della casa, Flora e Lee sono riuniti.

Il giorno dopo un rapporto di notizie descrive lo stallo di 14 ore di Lee con la polizia a casa Roanoke. Si ritiene che Lee abbia rapito Flora e la stia tenendo in ostaggio. Lana finalmente simpatizza con Lee, ammettendo che capisce la sua sola mente nel salvare la figlia. Nel tardo pomeriggio, all’interno della casa, Lee e Flora iniziano a legare di nuovo e Lee spiega che i suoi errori erano sempre a beneficio di Flora. Lee si scusa sinceramente e chiede emotivamente perdono. Lee vuole che Flora torni a casa, ma Flora vuole sacrificarsi bruciando la casa e rimanendo come un fantasma per tutta l’eternità in modo che possa proteggere Priscilla da Thomasin. Lee si offre di prendere il posto di Flora, così Flora può lasciare e vivere la sua vita. Dopo aver conferito con Priscilla, Flora è d’accordo. Dopo Flora se ne va, Lee permette a Priscilla di ucciderla, nel processo di bruciare la casa. Mentre Flora se ne va e viene scoperta e portata via dalla polizia, guarda Lee camminare nel bosco con Priscilla.

Nella scena finale, Thomasin osserva da una collina e ride maniacalmente mentre la sua folla circonda gli ufficiali rimanenti e la casa in fiamme, con la luna di sangue che incombe nel cielo e il suono dei totem di legno che tintinnano minacciosamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.