University of Southern California – Secondo uno studio condotto da scienziati USC presso l’Università della California, il digiuno per tre giorni può avere un miglioramento significativo nella salute del tuo corpo. Lo studio di sei mesi è stato fatto su entrambi i topi e umani che sono attualmente in fase di chemioterapia notato un significativo miglioramento della loro salute come i globuli bianchi e altre tossine nel corpo sono stati svuotati nel corso del digiuno.

“Quando muori di fame, il sistema cerca di risparmiare energia, e una delle cose che può fare per risparmiare energia è riciclare molte delle cellule immunitarie che non sono necessarie, specialmente quelle che potrebbero essere danneggiate”, ha detto Longo. “Quello che abbiamo iniziato a notare sia nel nostro lavoro umano che nel lavoro animale è che il numero dei globuli bianchi diminuisce con il digiuno prolungato. Poi, quando si ri-alimentazione, le cellule del sangue tornano. Così abbiamo iniziato a pensare, beh, da dove viene?”

Fondamentalmente, quando digiuni per un periodo di tempo prolungato, il tuo corpo usa il glucosio immagazzinato, i grassi e produce corpi chetonici che sono particolarmente buoni per il tuo cervello, per farti andare avanti e scovare tutto ciò di cui il tuo corpo non ha bisogno, come le cellule danneggiate e le tossine. Quando il tuo mangiare regolarmente tossine dannose nel corpo possono attaccarsi a questi grassi e vivere ma quando digiuni, il tuo corpo è costretto a schiarirsi. È come la sopravvivenza del più forte, solo il forte sopravvive. “PKA è il gene chiave che ha bisogno di spegnere in modo che queste cellule staminali per passare in una modalità rigenerativa. Dà l’OK alle cellule staminali per andare avanti e iniziare a proliferare e ricostruire l’intero sistema”, ha spiegato Longo, notando il potenziale delle applicazioni cliniche che imitano gli effetti del digiuno prolungato per ringiovanire il sistema immunitario. “E la buona notizia è che il corpo si è sbarazzato delle parti del sistema che potrebbero essere danneggiate o vecchie, le parti inefficienti, durante il digiuno. Ora, se si inizia con un sistema pesantemente danneggiato dalla chemioterapia o dall’invecchiamento, i cicli di digiuno possono generare, letteralmente, un nuovo sistema immunitario.”

Pubblicità

Ulteriori ricerche sono necessarie per scoprire come il resto degli organi del corpo sono interessati oltre la rigenerazione delle cellule staminali. Almeno sappiamo per ora, per le persone che passano attraverso l’esperienza estremamente tassante della chemioterapia, il digiuno prolungato può aiutare il tuo corpo a tornare alla normalità, e forse anche meglio di prima.

Inoltre, ecco un discorso Ted sui benefici del digiuno intermittente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.