Il sistema familiare e il trattamento dei giovani adulti

Perché è così difficile cambiare?!

Le famiglie, si scopre, sono progettate per resistere al cambiamento, sia in tutta la famiglia che nei loro singoli membri. Le famiglie sono ciò che gli scienziati e i terapeuti dei sistemi familiari chiamano ” sistemi autoregolanti.”Poiché i sistemi autoregolanti come la stabilità (omeostasi), la risposta di autoregolazione resiste automaticamente al cambiamento, anche a un buon cambiamento. Questo può essere difficile durante la terapia familiare, il cui punto, ovviamente, è facilitare il cambiamento! Poiché una famiglia è un sistema di membri interdipendenti, tende ad interferire con i cambiamenti tentati dai singoli membri—poiché qualsiasi cambiamento significativo a un singolo membro della famiglia significa cambiamento per tutta la famiglia. Inoltre, gli individui tendono a replicare le dinamiche dal loro sistema primario-la famiglia-ad altri sistemi a cui partecipano, come la scuola, il lavoro e il matrimonio. Quindi i giovani adulti hanno l’ulteriore complicazione di dover apportare modifiche apportate nel contesto del trasferimento familiare a più nuovi sistemi.

Quindi ora sai perché è così difficile cambiare!

Un approccio al cambiamento dei sistemi familiari prende in considerazione queste dimensioni autoregolanti e resistenti al cambiamento della vita familiare e tenta di superarle. Un modo in cui un approccio dei sistemi familiari al trattamento affronta questa resistenza al cambiamento è vedere il cambiamento come si verifica su due livelli: cambiamento di primo ordine e cambiamento di secondo ordine.

Modifica del Primo ordine

La modifica del primo ordine è una modifica che si verifica a livello comportamentale senza influire sulle regole operative del sistema. Questi cambiamenti sono considerati più superficiali e meno sostenibili rispetto ai cambiamenti del secondo ordine.

Esempio:

* John e Mary combattono tutto il tempo.
* Stanchi di tutti i combattimenti, decidono di smettere di parlare del tutto.
* Ora non stanno più combattendo, ma non hanno cambiato la dinamica di fondo, o “regola”, dell’ostilità che governa la loro relazione. Semplicemente non si urlano più, ma la disfunzione è ancora lì.
I cambiamenti del primo ordine sono considerati meno sostenibili e meno impattanti dei cambiamenti del secondo ordine, ma svolgono un ruolo pratico nella terapia dei sistemi. Le modifiche del primo ordine possono creare un cambiamento temporaneo nelle dinamiche sistemiche che può preparare il terreno per cambiamenti del secondo ordine più sostenibili.

Modifica del secondo ordine

Le modifiche del secondo ordine comportano non solo cambiamenti nel comportamento, ma modifiche (o “violazioni”) delle regole del sistema stesso.

Esempio:
* John e Mary combattono tutto il tempo.
* La prossima volta che combattono, John fa una danza stupida.
* Impegnando Maria in un modo un po ‘ ridicolo e inaspettato, Giovanni ha infranto la regola dell’ostilità (almeno temporaneamente) e interrotto questa abituale dinamica negativa di combattimento. L’ostilità che è alla base dei loro combattimenti è di per sé interrotta.
Mentre approcci come la modifica comportamentale cercano principalmente il cambiamento del primo ordine, la terapia dei sistemi familiari cerca principalmente il cambiamento del secondo ordine. Per i giovani adulti in trattamento, la sfida è quella di prepararsi per la partecipazione di successo in numerosi sistemi piuttosto che solo il sistema familiare. Le persone spesso trasferiscono regole e modelli dal loro sistema familiare ad altri sistemi come il lavoro o la scuola; la ragazza che è conflittuale con il padre che controlla, per esempio, può portare la regola del confronto ai rapporti con altre figure di autorità come professori o datori di lavoro.

La chiave, quindi, è quella di dotare la giovane donna di rompere la regola del confronto nella sua famiglia e in altri sistemi a cui partecipa. Questo la aiuterà a cambiare queste dinamiche disfunzionali nel suo sistema familiare e prevenirle in sistemi futuri, come college, dormitorio, matrimonio e lavoro. Quindi il cambiamento del secondo ordine può verificarsi per un intero sistema e/o per un singolo membro di quel sistema.

Così, mentre la strada per la guarigione può essere irto di resistenza sistemica, prendere il cuore! Riconoscendo questa normale resistenza sistemica al cambiamento e superandola, il terapeuta dei sistemi familiari può aiutare a rivedere anche i comportamenti più radicati. Ci vuole solo un po ‘di tempo, persistenza e forse un po’ di danza sciocca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.